Sports Stories #5 – James Rodriguez

Sports Stories #5 – James Rodriguez

James Rodriguez e quel mondiale che gli ha spalancato le porte del calcio mondiale.

PRIMA DEI MONDIALI 2014

Rodriguez dopo giovanili e un anno all’Envigado, squadra colombiana, si trasferisce al Banfield in Argentina dove riesce a mettere in mostra le sue abilità.

Il Porto decide di acquistare il suo cartellino nel 2010, inserendo una clausola da 30 milioni di euro nel suo contratto.

James con la numero #10 del Porto

SALTO DI QUALITÀ

Nel 2013, il Monaco spende ben 70 milioni di euro per assicurarsi le sue prestazione e quelle di Joao Moutinho, suo compagno di squadra.

Dopo una buona stagione in Ligue One (9 goal in 34 presenze), arriva il Mondiale nell’estate del 2014 in Brasile.

Sarà la rampa di lancio definitiva per James, 22enne all’epoca della competizione.

James e Moutinho annunciati al Monaco

QUEL MONDIALE PAZZO

Brasile, 2014: i mondiali più importanti per il Sudamerica erano finalmente arrivati.

La Colombia di James non aspirava a grandi risultati, visto il livello delle avversarie (Germania, Argentina, Brasile su tutte).

Alla fine della competizione però, il nome di fianco la titolo di “scarpa d’oro”, sarà proprio il suo, con ben 6 reti realizzate, davanti a Thomas Müller, autore di 5 goal.

James esulta dopo la vittoria contro la Costa D’Avorio, nel gruppo C del mondiale

VS URUGUAY

Ottavi di finale, al Maracanã si gioca uno dei duelli più attesi di tutto il mondiale, una rivalità storica: Colombia e Uruguay sono pronte a giocarsi l’accesso ai quarti di finale.

Minuto 28, James Rodriguez segna uno dei goal più belli del mondiale, facendo esplodere tutto lo stadio, pieno di tifosi vestiti in giallo.

La doppietta di Rodriguez contro l’Uruguay

Minuto 56, arriva il raddoppio in seguito ad una splendida manovra offensiva.

Doppietta personale e quarti di finale raggiunti, il sogno calcistico di James e del suo popolo poteva inaspettatamente proseguire.

Rodriguez esulta

LA FINE DI UN SOGNO

Quarti di finale, Colombia – Brasile.
Un goal abbastanza fortunoso di Thiago Silva porta avanti i padroni di casa, che raddoppiano al 68esimo minuto grazie ad una punizione splendida di David Luiz.

James riesce a segnare anche in questa occasione, all’80’ su calcio di rigore dopo un mezzo pasticcio di Julio Cesar, ma non basta.
La gara finisce 2-1 e si interrompe il sogno colombiano.

A fine gara, David Luiz va a rincuorare proprio il #10 colombiano, facendosi ritrarre assieme per una delle foto più belle nella storia recente del calcio.

… E DOPO?

Un vero e proprio palcoscenico il mondiale, James ha saputo cogliere l’occasione di mostrarsi al pubblico: il Real Madrid infatti, lo acquisterà subito dopo.

Dopo anni in Liga, arriverà anche il prestito in Bundesliga al Bayern Monaco, dove espanderà il suo palmares.

Un mondiale meraviglioso, che ha permesso a James, meritatamente, di fare la storia della sua nazionale e di giocarsi le sue carte nel calcio che conta.

Pubblicato da sapienzasportiva

Sapienza Sportiva nasce per raccontare quotidianamente storie di sport tramite articoli brevi e veloci da leggere. Instagram: @sapienzasportiva